Recensioni

The Avett Brothers, Live Vol. Four

avettbrosTHE AVETT BROTHERS
Live, Vol 4
American Recordings/UMG CD/DVD
****

La popolarità degli Avett Brothers, almeno a casa loro, nella Carolina del Nord, ma anche negli Stati Uniti, è insindacabile. Questo album dal vivo, il quarto edito nel giro di poco più di dieci anni, conferma a tutti i livelli la popolarità del gruppo.

Scott e Seth Avett hanno registrato questo concerto la sera del 31 Dicembre, la sera di capodanno, a Raleigh, Carolina del Nord, nella locale PNC Arena, di fronte ad oltre ventimila persone. E la registrazione è fatto in modo tale da essere amplificata e registrata oltre i livelli normali, con una forte partecipazione del pubblico (molto partecipe quasi fosse un coro gospel) e la band che suona in modo caldo, teso e potente al tempo stesso.

Dal vivo gli Avett Brothers sono un’altra cosa, chi li ha visti lo sa e capisce quanto sto scrivendo. Gli altri se lo devono immaginare. Musica rock, ma legata profondamente alle radici, con un tessuto elettro acustico possente, teso come un arco, ritmato, coinvolgente. Un concerto coi ragazzi della Carolina del Nord è una esperienza unica. E l’entusiasmo della folla è contagioso, invade la musica, ci (vi) fa diventare partecipi, vi porta a cantare con loro, a battere le mani, a vibrare. Eppure non hanno canzoni particolarmente famose, non ci sono hits da classifica, solo le loro. E quando fanno delle cover, raramente vanno a prendere dei brani noti, piuttosto dei brani culto, noti, ma non al punto da essere riconosciuti da tutti. Qui rifanno (alla grande) The Boys Are Back in Town (dei Thin Lizzy, ma chi lo avrebbe detto), la festaiola (nel senso che si canta durante le festività, Natale e Capodanno, Auld Lang Syne) e il saluto (tipicamente usa) di Happy Trails. Il resto è farina del loro sacco.

Trovi l’articolo completo su Buscadero n. 385 / Gennaio 2016.

QUESTO MESE

Facebook

Partner

Blog

Radio