Speciali

Noi, Per Amore Di Una Terra

Peramorediunaterracopertinaufficiale“Ispirata dalle Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana. 8 settembre 1943-25 aprile 1945 e, in parte, liberamente tratta da Scuola in guerra 1940-1946, Per amore di una terra nasce dalla collaborazione, a partire dalla prima stesura fino all’incisione, di un gruppo di musicisti che, pur avendo già condiviso esperienze e progetti comuni, si sono trovati a sperimentare l’inedita occasione di scrivere una canzone dedicata alla memoria della Resistenza. 

Renato Pacchioni (voce e chitarra acustica), Fabio Stucchi (percussioni), Evasio Muraro (voce e chitarra acustica), Daniele Denti (chitarra elettrica), Fidel Fogaroli (tastiere) e Marco Denti (basso) con la sigla Noi hanno dato forma così a Per amore di una terra, partecipando con una prima versione della canzone al concorso indetto dall’ANPI del Sud Milano nella primavera 2018.

Giunta tra i finalisti, Per un amore di una terra è stata riproposta in seguito in diverse occasioni ed è poi stata raffinata in studio di registrazione per essere messa a disposizione, gratuitamente, come singolo digitale”.

È possibile scaricare il brano partendo da questa pagina.

Per amore di una terra

Oh cara Marta tu
ricorda di seminare
spinaci, cicoria e prezzemolo che è freddo già lassù
e tra le pietre in montagna soltanto i fascisti spuntano.

La nostra è fame
di giustizia e libertà.

Per amore di una donna
per amore di una terra
per amore della libertà
vorrei tenerti stretta
fino al sole dell’alba che verrà.

Oh cara Marta noi i bagni al fiume
e insieme all’altare quella domenica

e i fazzoletti poi
che coloravan di rosso
i prati macchiati di crudeltà.

Per amore di una donna
per amore di una terra
per amore della libertà
vorrei tenerti stretta
fino al sole dell’alba che verrà.

Oh cara Marta tu
ricorda che i nostri figli
ogni giorno li devi baciare che io non torno più
i partigiani per darvi una vita sono pronti a morire.

Per amore di una donna
per amore di una terra
per amore della libertà
vorrei tenerti stretta
fino al sole dell’alba che verrà.

Oh cara Marta ormai
il male che c’è di fronte
è respinto oltre il ponte
è non tornerà
ma se perdiamo, sai
sarà il sospiro più dolce
di voi donne che ci accompagnerà.

Per amore di una donna
per amore di una terra
per amore della libertà
vorrei tenerti stretta
fino al sole dell’alba che verrà.

Questo mese

The Junior Bonner Playlist

Backstreets Of Buscadero

Rock Party Show Radio

The Blues Podcast

Facebook